• Letteratura e cartoni animati

    Nel buio va detto: tra capretta e lupetto nessun preconcetto

    Al buio In una notte di temporale un lupo e una capretta trovano rifugio in una capanna abbandonata. E’ buio e non si riconoscono: il lupo crede di aver incontrato un suo simile e così la capretta, poiché parlando si rendono conto di avere molte cose in comune. Sono spaventati e infreddoliti ma, complice l’oscurità, si confortano l’un l’altra e nasce un’amicizia… Questa è la breve trama di “In una notte di temporale”, un racconto arrivato da noi grazie alla Salani nel 2013, nato nel 1994 in Giappone, dove il Ministero della Pubblica Istruzione lo sceglie come testo di studio per le scuole elementari. “In una notte di temporale” è…

  • Letteratura e cartoni animati

    Piccole donne, piccoli uomini e l’uguaglianza di genere

    Qui non servono molte parole: tutti conoscono questo romanzo, non tutti lo avranno letto, ma certamente tutti sanno di che cosa parla. Questo perché in molti, tra produttori e registi si sono cimentati nella trasposizione del romanzo in film o serie tv. Purtroppo, questa notorietà cinematografica ha convinto i più pigri a non leggere il libro, credendo di sapere già tutto. Vedi anche l’articolo: “Un libro in quanti modi si può leggere?“ Ricordo una donna, al supermercato, qualche anno fa. Il figlio, che si trovava accanto a lei, le chiese di comprargli un libro, voleva… indovinate un po’? Esatto! Proprio “Piccole donne”. La mamma gli rispose che quello non era…

  • Letteratura e cartoni animati

    Wow! Sono senza parole… I Silent book

    Dove sono le parole in questo libro? Ehm… Mi scusi signor libraio, nello sfogliare le pagine mi sono accorta che c’è un errore di stampa, molti a dire il vero, più che errori sono mancanze direi… La questione è contagiosa: anche il libraio rimane senza parole. Niente parole, niente libro, niente acquisto No signora, non c’è nessun errore, il libro è proprio fatto così: è un “Silent book”. ?? Un Silent book, un “Senza parole”. E’ anche un “senza costo?” No signora, mi dispiace. Allora guardi, ci penso, intanto faccio un giro… Ah! Se si fosse fermata là, dove il suo intuito l’aveva condotta, forse la vecchia signora avrebbe abbandonato…

  • Letteratura e cartoni animati

    Fiaba in sei atti e dodici quadri

    La fiaba dell’uccello azzurro Sul comodino ho appoggiato un libro, ho appena finito di rileggerlo, tutto d’un fiato, di nuovo. Ci avrei messo di meno a dire il vero, ma dovevo sfogliarlo delicatamente, non volevo rovinare le pagine di un volume vecchio di quasi cent’anni… Il libro di cui parlo è “L’uccello azzurro” di Maurice Maeterlinck; tradotto da C. E. Fedeli; proemio di Arnaldo Cervesato; Roma, casa editrice C. Voghera, 1922. Qualche anno fa nasce il desiderio di leggere questa fiaba stupenda, purtroppo quando la cercavamo era introvabile. Dopo una lunga ricerca, Maremagnum ci viene in aiuto. Parliamo un po’ di questa fiaba? “L’uccello azzurro” è un’opera teatrale, è una…

  • Letteratura e cartoni animati

    Un abbraccio per spiegarlo meglio

    Le grandi domande della vita Le domande poste da un bambino possono trovare risposta in un abbraccio. «Sei dolcissimo» disse la mamma a Ben mentre facevano una passeggiata nei campi verso sera. Comincia così, questo libro… … una mamma, un bambino, un momento speciale… Già dalle prime parole capiamo che è di questo che si tratta: di un momento speciale, travestito da uno normale, dalla quotidianità. Poi prosegue… «Sei dolcissimo e tanto carino, non c’è nessuno al mondo come te!» «Davvero non c’è nessuno al mondo come me?» domandò Ben. Mentre procediamo nella lettura intuiamo che sta formandosi uno spazio immateriale e fertile, lo spazio per il dialogo. Complici, il…

  • Letteratura e cartoni animati

    Un libro in quanti modi si può leggere?

    Sempre un’esperienza nuova Il libro, per i bambini che ancora non sanno leggere, è un oggetto misterioso, da sfogliare, toccare, annusare, assaggiare, dove contano di più le immagini che le parole. Il libro, rappresenta una fonte inesauribile di stimolazione sensoriale, ma è anche esperienza emotiva. Quando un bambino sente la voce di un adulto che gli racconta e dà vita a quell’oggetto inanimato, impara ad amare la lettura. Un libro nasce per essere letto, ma come? – Ho letto un libro – Questa affermazione di per sé non dice molto… Hai letto un libro sì, ma come? E quale? A seconda del genere lo si legge con uno spirito diverso.…

Choose the language
error: Content is protected !!